NEWS RECENTI

Iscriviti e riceverai tutte le ultime news

La Kinesiologia è una disciplina della Medicina olistica che attraverso lo studio della reattività(risposta) dei muscoli, alcuni punti di agopuntura e non del corpo,  ne valuta le condizioni generali di equilibrio o squilibrio energetico  sia dal punto di vista strettamente strutturale  che emotivo-psicologico.

Come medicina alternativa la kinesiologia nasce nel 1964 grazie agli studi del dr. George Goodheart, che rilevò come nel nostro corpo esistono dei punti e dei meccanismi riflessi che se opportunamente attivati ricaricano i muscoli risultati scarichi al test musolare. Goodheart scoprì inoltre la connessione tra i muscoli, gli organi e i meridiani della medicina tradizionale cinese e che bastava migliorare l’energia del muscolo tramite il meridiano o i punti riflessi per favorire il benessere degli organi collegati. Le sue ricerche lo portarono così a determinare quali erano i “pulsanti” che permettevano di riportare in equilibrio tali sistemi energetici ed organici.

All’inizio degli anni ’70 fu poi John F. Thie, medico californiano, che riprese e sviluppò gli studi svolti da Goodheart sull’uso e l’applicazione del test muscolare come strumento di analisi energetica. Thie sviluppò il metodo Touch For Health e suo intento era di semplificare le sue tecniche in maniera tale da poter rendere il test alla portata di tutti: lo scopo era quello di rendere consapevoli ed educare le persone in relazione a tutto quello che potevano fare per se stesse e per il proprio benessere e di fornire un semplice strumento, come il T.F.H., ad operatori, educatori e alle famiglie, per una conoscenza e un uso personale del metodo.

Nel 1976 la kiniesologia si evolve grazie a Gordon StokesDaniel Whiteside che fondano il “Three in One Concepts” sviluppando il metodo One Brain finalizzato non più a testare i muscoli ma le stesse “emozioni” per sciogliere lo stress ad esse correlato. In breve Stokes e Whiteside creano il percorso di una seduta One Brain con lo scopo di permettere alle persone di capire la causa del loro blocco, riconoscere il potenziale interiore e di guardare in modo più distaccato l’origine del proprio disagio e di avere l’opportunità di fare una “nuova scelta” proprio nel momento in cui lo stress viene fatto scendere a zero grazie a procedure tecniche utilizzate dall’operatore recuperando la capacità di creare il futuro desiderato.

Il metodo One Brain è diventato col tempo uno dei sistemi kinesiologici più seguiti dai professionisti del settore in tutto il mondo.

La Kinesiologia oggi è considerata una vera e propria “arte” per la salute, rivolta al benessere della persona, allo sviluppo del suo potenziale e al miglioramento della qualità della vita.  Suo obiettivo è quello di restituire all’individuo il ruolo di artefice del proprio benessere portandolo a riattivare i meccanismi innati di auto guarigione per il ripristino e il mantenimento del suo benessere e ciò attraverso dei riequilibri energetici che mirano a riorganizzare le condizioni che hanno portato allo stato di un suo disagio. In pratica la Kinesiologia parte dal presupposto che ogni evento traumatico dal punto di vista strutturale (ma anche emotivo) venga “memorizzato” nel sistema fasciale che avvolge il muscolo, fino alle miofibrille muscolari. Un evento stressante altera il tono muscolare di base, coinvolgendo l’intera catena cinematica dei muscoli coinvolti . Questo meccanismo coinvolge successivamente tutto l’organismo. Uno stress, che sia esso biochimico, emozionale, strutturale o alimentare, indebolisce la fibra muscolare che, “interrogata”, esprime il suo disagio. Attraverso la valutazione dell’energia del muscolo il Professionista è in grado di individuare problematiche del muscolo stesso o disagi più profondi dell’organismo, dal momento che squilibri  che affliggono il corpo non rimangono circoscritte alla zona dove si manifestano ma si ripercuotono sull’intero organismo.

Le correzioni kinesiologiche non si focalizzano sui sintomi o sui problemi specifici della persona, ma  facilitano e incoraggiano il corpo e la mente ad attivare le proprie risorse naturali di auto guarigione: in definitiva, i sintomi spariscono senza interventi diretti su di essi.

No comments yet

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: